Acido citrico e percarbonato: i supereroi "buoni" del nostro bucato!

Acido citrico e percarbonato: i supereroi "buoni" del nostro bucato!

Acido citrico e percarbonato: i supereroi "buoni" del nostro bucato!

Chi non ama il profumo di bucato fresco? Quell'odore inebriante che "sa di pulito" e ci ricorda la nostra infanzia...

Eppure dietro a quell'odore ci sono spesso sostanze nocive che faremmo meglio a eliminare dalla nostra vita e a sostituire con altre per un bucato pulito ma più sano!

Sapevate, ad esempio, che l'ammorbidente non è tanto "bueno" né per l'ambiente né tanto meno per la salute nostra e dei nostri cuccioli?

Come agisce sui panni l'ammorbidente? In pratica crea una pellicola "viscida" che rimane sugli indumenti dando l'impressione di sofficità. Ma questo prodotto è composto da sostanze tossiche che possono creare problemi di salute soprattutto per i piccolini: dalle irritazioni cutanee alle dermatiti, alle allergie, fino all'asma...o peggio! 

Perché scegliere l'acido citrico al posto dell'ammorbidente?

Come fare allora? Bandire l'ammorbidente e dare il benvenuto all'acido citrico! L'acido citrico (Citric Acid Monoidrate) è un composto naturale trovato negli agrumi. Lo troviamo comunemente sotto forma di polvere bianca con un leggero odore fruttato. È una sostanza ecologica e a basso impatto ambientale.
L'acido citrico è un’ottima alternativa agli aggressivi ammorbidenti di oggi, noti per provocare allergie cutanee e gravi danni all’ecosistema. L'acido citrico ammorbidisce i panni perché neutralizza l’alcalinità del lavaggio causata dal detersivo! Basterà fare una soluzione al 15-20% con 1 lt di acqua (a seconda della "durezza" dell'acqua) e il gioco è fatto! L'ammorbidente mantiene inoltre pulita la nostra lavatrice perché ha una funzione anticalacarea

E non solo! L'acido citrico ha altri mille usi: disincrostante, pulizia dei vetri, brillantante, balsamo… Ma vediamo qualche ricetta nel dettaglio.

Preparazione dell'ammorbidente a base di acido citrico soluzione al 15% 

Versare 150 gr di acido citrico nel flacone da 1 litro. Aggiungere 850 ml di acqua demineralizzata (distillata). Puoi decidere di utilizzare 30 gocce di profumante a base di olio essenziale biologico (aumenta o diminuisci a piacere la dose di profumante a seconda dei tuoi gusti).

Modalità d’uso: Versare l’ammorbidente a base di acido citrico nella vaschetta dell’ammorbidente della lavatrice. Dosi consigliate in ml per un bucato di 4-5 Kg.

  • Acqua dolce e media 100ml di ammorbidente a base di acido citrico (2 tappi dosatori).
  • Acqua dura 150ml di ammorbidente a base di acido citrico (3 tappi dosatore)

Preparazione del brillantante a base di acido citrico soluzione al 15%

Versare 150 gr di acido citrico nel flacone da 1 litro. Aggiungere 850 ml di acqua demineralizzata. Puoi decidere di utilizzare 30 gocce di profumante a base di olio essenziale biologico (aumenta o diminuisci a piacere la dose di profumante a seconda dei tuoi gusti).

Modalità d’uso: Versare il brillantante a base di acido citrico direttamente nella vaschetta del brillantante della lavastoviglie. Regolare l’indicatore di dosaggio al massimo.

Preparazione dello spruzzo anticalcare a base di acido citrico 

Versare 150 gr di acido citrico nel flacone da 1 litro. Aggiungere 850 ml di acqua demineralizzata. Puoi decidere di utilizzare 30 gocce di profumante a base di olio essenziale biologico (aumenta o diminuisci a piacere la dose di profumante a seconda dei tuoi gusti).

Modalità d’uso: Versare alcune gocce di prodotto direttamente su un panno umido o su una spugna e strofinare le superfici da pulire. In alternativa, dotare il flacone con la soluzione di anticalcare a base di acido citrico di uno spruzzino, spruzzare sulla superficie da pulire, strofinare con un panno umido o con una spugna e risciacquare.

Se ne sconsiglia l'uso su marmo, pietre e legno! 

Dove trovarlo? Ecco la nostra selezione in pronta consegna: 

Il Percarbonato di sodio per il bucato

Ok, ti ho convinta a buttare al secchio il vecchio caro ammorbidente, ma cosa scegliere per igienizzare e sbiancare il bucato? Il percarbonato di sodio è una sostanza eco-compatibile sbiancante e igienizzante. È l’alternativa per eccellenza alla candeggina, sostanza tossica ed inquinante. Il percarbonato aiuta a ridare brillantezza ai capi e a eliminare le macchie. In che modo? Il percarbonato è carbonato di sodio su cui viene fatta cristallizare una molecola di acqua ossigenata. Con temperature dai 40°C le due molecole si scompongono liberando ossigeno che ha appunto l'effetto smacchiante.  

Come sbiancare il bucato con il percarbonato?

Aggiungere due cucchiai da minestra di percarbonato nella vaschetta insieme al detersivo per bucato, oppure direttamente nel cestello della lavatrice. Lavare dai 40°C in su.

A mano sulle macchie

Spargete una piccola quantità di percarbonato direttamente sulla macchia, inumidite con acqua tiepida e fate agire per 10 minuti. Poi procedere al normale lavaggio.

In lavastoviglie

Si può inoltre utilizzare mezzo cucchiaino in aggiunta alla polvere lavastoviglie, per igienizzare le stoviglie e rendere pulito e brillante l’interno della macchina.

Dove trovarlo? Ecco la nostra selezione in pronta consegna: 

Fare la propria piccola parte può essere faticoso all'inizio, ma può offrire grandissime soddisfazioni e ottenere un enorme impatto sul miglioramento delle condizioni del nostro povero pianeta Terra! 

Lascia un commento

* Campi obbligatori

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.